Cerform Corsi

LA VALUTAZIONE DEL RISCHIO MACCHINE NEL MONDO CERAMICO - Corso valido ai fini dell'aggiornamento obbligatorio per RSPP

  • STAMPA
  • ISCRIVITI
  • SEGUICI
Codice esterno: MIA/2017/0285

Abstract

Nel mondo ceramico la corretta applicazione della Direttiva 2006/42/CE (nota come “direttiva macchine” e recepita in Italia con il D.lgs. 17/2010) è stata più lenta e complessa rispetto ad altri settori industriali.
Ciò è dovuto al fatto che il ciclo produttivo nelle aziende ceramiche è legato prevalentemente al concetto di linea, cioè di un insieme di macchine che svolgono attività distinte una in sequenza all’altra per ottenere un prodotto finale.
Quando questa serie di attività distinte è gestita in modo solidale dalle singole macchine, si configura la presenza di una nuova macchina costituita proprio dall’insieme delle singole macchine.
Nel mondo ceramico pertanto occorre non solo valutare le singole macchine, ma anche tutti i casi in cui questi “insiemi di macchine” (linee) costituiscono un elemento solidale con rischi legati alle reciproche interferenze che vanno analizzati, valutati, bonificati.
Il primo protagonista di questa valutazione è il RSPP che con il proprio staff di addetti dovrà innanzi tutto censire il proprio parco macchine individuando tutti i casi di presenza di nuove macchine costituite delle “linee” e poi verificare sia da un punto di vista documentale che da un punto di vista sostanziale che sia le singole macchine che le linee da esse formate rispettino le normative vigenti e non siano di potenziale pericolo per i lavoratori.

Contenuti

• Breve introduzione normativa
• Cronologia della Direttiva Macchine: dalla Direttiva 89/37/CE alla Direttiva 2006/42/CE
• Il nuovo D.lgs 17/2010
• I concetti di macchina, quasi macchina, linea, attrezzatura, ecc.
• Cosa va marcato CE e cosa no • • Il D.lgs. 81/08: articoli 70, 71, 72 e 73. Combinato disposto fra Direttiva Macchine e Direttiva SocialeMacchine e Direttiva Sociale
• Gli allegati V e VI del D.lgs. 81/08
• Verifica della Documentazione Aziendale.
Pausa caffè
• Il protocollo ACIMAC-Confindustria Ceramica – ASL- Sindacati del novembre 2013
o Criteri generali
o Reparto PRESSA
o Reparto SMALTERIA
o MOVIMENTAZIONE E STOCCAGGIO
• La divisione in “reparti funzionali”
• Il concetto di “emergenza solidale”
• Applicazione pratica del protocollo in relazione agli obblighi del D.lgs. 81/08
• Analisi di Casi concreti

Destinatari

RSPP, Dirigenti, preposti, consulenti

Programma

14 Novembre 2017
orario 9,00-13,00/14,00-18,00

Condizioni di partecipazione

300 Euro + Iva

Sede realizzazione

Cerform: via Tien an Men 4 Sassuolo (Mo)

Note

Termine ultimo delle iscrizioni
10 giorni prima dell'avvio del corso

CERCA UN CORSO
INFORMAZIONI

Chi può partecipare:

RSPP, Dirigenti, preposti, consulenti

Durata: 8 ore

Periodo: Novembre 2017

REFERENTE

Nome:Negri Giovanni

Telefono:0536-999818

Email:negri.g@cerform.it
SEDE

Cerform: via Tien an Men 4 Sassuolo (Mo)