Cerform per il turismo nella terra dei motori

July 2017

Cerform è stato scelto come soggetto organizzatore della formazione nel progetto “Rete Nazionale Città dei Motori”, co-finanziato dal Ministero del Turismo e gestito dalla prestigiosa Associazione Città dei Motori. L’iniziativa, di cui il Comune di Maranello è capofila, offre l’opportunità di un’esperienza completa e gratificante al vasto pubblico di appassionati di cultura motoristica in visita nella Regione Emilia-Romagna, patria di eccellenze assolute nel settore e che hanno contribuito al suo sviluppo tecnologico ed estetico.

Il comune di Maranello e l’Associazione Città dei Motori, da sempre promotori degli itinerari turistici motoristici nella Regione, hanno scelto di avvalersi dell’esperienza professionale di Cerform per organizzare i contenuti dei 5 seminari in rete rivolti agli operatori dei 26 comuni italiani che fanno parte della rete Città dei Motori e che sono interessati a partecipare attivamente alla promozione.

Gli argomenti dei seminari Cerform, organizzati in partnership con il network di professionisti Gruppo LEN e accessibili online, pongono l’accento sulle nuove modalità e sui mezzi di comunicazione a loro disposizione: tra i temi affrontati, il marketing territoriale, la progettazione e la costruzione di un itinerario turistico, il coinvolgimento dei travel bloggers, i musei digitali diffusi, gli agriturismi, lo storytelling territoriale.

“Con questa attività, Cerform va a ingrandire il ventaglio di attività rivolte alla promozione turistica del territorio, come i corsi di preparazione all’esame di Guida Turistica, e i corsi di formazione per Guida Ambientale Escursionistica o Accompagnatore Turistico. L’ascolto attivo delle esigenze delle persone e delle Associazioni che formano il tessuto territoriale è parte integrante delle nostre iniziative di formazione che possono, perché no, concretizzarsi anche in opportunità di nuove professionalità” dichiara Careddu, Direttore Cerform. “Uno dei nostri obiettivi è sicuramente lo sviluppo del territorio anche e soprattutto attraverso la formazione”.