top of page

AVVISO 1/2024 FONDIMPRESA“FORMAZIONE A SOSTEGNO DELL’INNOVAZIONE DIGITALE E/O TECNOLOGICA DI PRODOTTO E/O DI PROCESSO NELLE IMPRESE ADERENTI”



L’Avviso finanzia interventi di formazione dei lavoratori delle aziende aderenti al Fondo che stanno realizzando un progetto o un intervento di innovazione digitale e/o tecnologica di prodotto o di processo. 

Possono partecipare esclusivamente le aziende che non sono state beneficiarie di Piani finanziati sull’Avviso 6/2022 del Fondo.

 

Ambito: progetti o interventi di innovazione digitale e/o tecnologica (con idonea documentazione comprovante l’investimento) nelle imprese aderenti che riguardano l’introduzione di nuovi prodotti e/o processi o un notevole miglioramento di quelli già esistenti, e che richiedono, in una o più fasi della realizzazione e/o del trasferimento, la formazione del personale interessato.

Sono compresi tutti i processi di definizione e implementazione di innovazioni tecnologiche di prodotto e di processo nell’impresa (inclusi cambiamenti significativi nelle tecniche, nelle attrezzature o nel software).

Sono esclusi i cambiamenti o i miglioramenti minori, l'aumento delle capacità di produzione o di servizio ottenuto con l'aggiunta di sistemi di fabbricazione o di sistemi logistici che sono molto simili a quelli già in uso, la cessazione dell'utilizzazione di un processo, la mera sostituzione o estensione dei beni strumentali, i cambiamenti derivanti unicamente da variazioni del prezzo dei fattori, la produzione personalizzata, l'adattamento ai mercati locali, le periodiche modifiche stagionali e altri cambiamenti ciclici nonché il commercio di prodotti nuovi o sensibilmente migliorati. Sono altresì escluse le attività di formazione organizzate per conformare le imprese alla normativa nazionale obbligatoria in materia di formazione.

 

Il Piano deve in ogni caso prevedere, sempre a pena di esclusione, la partecipazione di uno dei soggetti di seguito elencati:


1. Dipartimenti di Università pubbliche e private riconosciute dal MIUR;

2. Enti pubblici di ricerca vigilati dal MIUR;

3. Centri nazionali di competenza ad alta specializzazione selezionati dal MISE;

4. Altri Organismi di ricerca (in possesso dei requisiti descritti dall’Avviso).

 

Il Piano formativo può realizzarsi a livello aziendale, interaziendale, territoriale o settoriale e deve essere condiviso con un accordo sottoscritto da organizzazioni di rappresentanza.

 

Stanziamento:

MACRO-AREE/AMBITO

Stanziamento

A - Piani con aziende aderenti beneficiarie del NORD (Piemonte, Valle d’Aosta, Liguria, Lombardia, Veneto, Friuli Venezia Giulia, Provincia di Trento, Provincia di Bolzano)

€ 6.985.000,00

B - Piani con aziende aderenti beneficiarie del CENTRO (Emilia Romagna, Toscana, Marche, Umbria, Lazio, Abruzzo, Molise)

€ 4.600.000,00

C - Piani con aziende aderenti beneficiarie del SUD E ISOLE (Campania, Puglia, Basilicata, Calabria, Sicilia, Sardegna)

€ 3.415.000,00

D – Piani su base multi regionale, per soddisfare fabbisogni formativi comuni alle aziende appartenenti alla stessa categoria merceologica o a reti e filiere organizzate secondo la logica del prodotto finale. (minimo 5 aziende e 30 lavoratori)

€ 5.000.000,00

TOTALE

€ 20.000.000,00


Finanziamento dei Piani:

- in relazione alle Macro Aree A, B, C, minimo euro 50.000,00 (cinquantamila), massimo euro 150.000,00 (centocinquantamila);

- in relazione alla Macro Area D, minimo euro 100.000,00 (centomila), massimo euro 250.000,00 (duecentocinquantamila);


Al finanziamento di ciascun Piano concorrono le risorse del “Conto Formazione” delle aziende aderenti beneficiarie in relazione alle ore di partecipazione dei loro dipendenti alle azioni formative svolte.

Il finanziamento massimo del Conto di Sistema per impresa aderente (codice fiscale), al netto dell’apporto del suo Conto Formazione, non può essere superiore a euro 50.000,00 (cinquantamila).

 

Destinatari: lavoratori dipendenti, compresi gli apprendisti, occupati in imprese aderenti che stanno realizzando un progetto di innovazione digitale e/o tecnologica. Sono compresi tra i destinatari anche i lavoratori posti in cassa integrazione guadagni o con contratti di solidarietà, a condizione che vi sia una finalità di reinserimento, specificata nell’accordo di condivisione. Ad esclusione dei Piani monoaziendali, è ammessa la partecipazione, in misura non superiore al 20% del totale dei lavoratori coinvolti, di lavoratori di aziende interessate al progetto/intervento come utilizzatrici dell’innovazione digitale e/o tecnologica nell’ambito della filiera (ad es. fornitore della azienda beneficiaria che utilizza tutto o in parte l’innovazione oggetto del Piano).

 

Schema riepilogativo delle condizioni di ammissibilità:

MACRO-AREE/AMBITO

NUMERO AZIENDE COINVOLTE

DIMENSIONE AZIENDALE

PARTECIPANTI (Codici fiscali)

A

B

C

1

PMI

min. 15

2 o più

GI + PMI

PMI + PMI

min. 15. Almeno il 20% proveniente da una PMI

D

Almeno 5

GI + PMI

PMI + PMI

min. 30. Almeno il 20% proveniente da una PMI

Nell’ambito dell’Avviso, in relazione alla medesima matricola INPS l’impresa aderente può essere beneficiaria della formazione unicamente in un Piano formativo, salvo il caso in cui il Piano sia stato dichiarato non ammissibile, non idoneo o sia stato escluso.

 

Numero minimo partecipanti per azione formativa: 4 (quattro) lavoratori. Nel solo caso in cui un’azione formativa sia effettuata con l’utilizzo prevalente delle modalità formative dell’affiancamento e del coaching il numero minimo di partecipanti può essere inferiore a 4, con il vincolo che almeno 2 lavoratori partecipino per il 70% delle ore programmate.

 

Durata dell’azione formativa: ciascuna azione formativa deve prevedere da un minimo di 8 ore di durata ad un massimo di 100 ore. Il singolo lavoratore può frequentare un massimo di 100 ore di formazione, in una o più azioni formative.

 

Modalità formative: aula, seminari, action learning, FAD, affiancamento, coaching. Le azioni formative possono essere erogate in tutto o in parte attraverso lo strumento FAD sincrona supportata da un sistema che effettua il tracciamento delle attività svolte e consente la stampa dei relativi rapporti. È possibile utilizzare la FAD sincrona dematerializzata ai sensi delle istruzioni e relativa documentazione “Dematerializzazione ADA/FAD Sincrona”. Non possono essere finanziate le ore di formazione durante le quali il partecipante svolge attività produttive.

Tutti i percorsi formativi devono concludersi con la verifica di apprendimento finalizzata al rilascio all’allievo di una attestazione degli apprendimenti acquisiti. Sarà prevista la certificazione delle competenze secondo la normativa regionale.

 

Presentazione dei piani: a partire dalle ore 9.00 del 29 aprile 2024 fino alle ore 13.00 del 31 dicembre 2024, previa chiusura anticipata per esaurimento risorse.

 

Avvio del piano: le azioni formative devono in ogni caso essere avviate entro 45 giorni dalla data di ricevimento della comunicazione di ammissione.

 

Durata del piano: le attività di erogazione della formazione dovranno concludersi entro 12 mesi dalla data di ricevimento della comunicazione di ammissione a finanziamento. La rendicontazione finale delle spese deve essere presentata entro 3 mesi dalla conclusione del Piano, comunque entro 16 mesi dalla data di ricevimento della comunicazione di ammissione a finanziamento del Piano stesso da parte di Fondimpresa.

 

Regime di aiuti:

Le imprese beneficiarie devono optare espressamente per uno dei seguenti regolamenti comunitari:

-        Reg. UE n. 651/2014 – regime di esenzione

-        Reg. UE n. 1407/2013 – regime de minimis

 

Per maggiori informazioni: Milena Pano - pano.m@cerform.it - tel. 333.188.99.20.

Leggi la nostra informativa commenti

bottom of page